sfondo
fondoarticolo

OLIMPIADI DI STORIA

Le classi 3^ si scontrano una contro l’altra: in palio un 8 in storia!!

Ester Montisci e Matteo Battiston • Novembre 2009

Tutto si è svolto nelle prime quattro ore di scuola di martedì 17 Novembre 2009.

Gli alunni hanno avuto poco tempo per poter ripassare l’intero programma che si sono suddivisi tra gli allievi di ciascuna classe, da subito, per svolgere un ottimo lavoro di squadra.

L’ aula A 10, che ospita la lavagna interattiva multimediale, è stata allestita per accogliere due classi alla volta: un allievo per ogni classe, al via dell’insegnante doveva rispondere ad una domanda a risposta multipla, scegliendo quella corretta fra le quattro o cinque risposte possibili. La classe che rispondeva per prima, correttamente, otteneva un punto, in caso di parità venivano assegnati 0,50 punti a ciascuna classe, se, invece, la risposta veniva data correttamente, ma in ritardo, 0.25 punti. In Palio un 8 per la classe che si aggiudicava il primo posto.

Nella prima manche le squadre che si dovevano scontrare sono state scelte con un sorteggio: motoristi contro operatori alle macchine utensili e carrozzieri contro idraulici. Non è’ stato molto facile in quanto vi erano trenta domande (cinque per argomento) riguardanti il Colonialismo, l’Imperialismo e la I° Guerra Mondiale; quando chi doveva rispondere era in difficoltà, c’era sempre la squadra pronta ad aiutare, suggerendo la risposta corretta.

La seconda manche, svoltasi dopo una breve pausa di quindici minuti, doveva determinare la classifica finale e verteva sulla II° Guerra Mondiale.

Lo scontro tra carrozzieri e motoristi (terzo e quarto posto) vinto dai carrozzieri, ha dato l’impressione di poca collaborazione da parte di entrambe le squadre e poca conoscenza, ma l’impegno di alcuni è stato comunque molto.

Lo scontro tra operatori alle macchine utensili e idraulici (primo e secondo posto) è stato più entusiasmante di quanto molti si aspettassero.

Per i ragazzi era tutto un gioco di squadra, basato sulla divisione dei compiti: chi usava la testa, chi doveva passare velocemente le risposte, chi doveva correre per consegnarle prima degli avversari; insomma l’avevano preso per un gioco dove bisognava divertirsi e insieme “sfidare” sé stessi per battere gli altri. Era diventata una corsa contro il tempo, i ragazzi non vedevano l’ora di arrivare alla fatidica trentanovesima domanda,l’ultima per avere il risultato finale.

Al momento dei risultati i ragazzi non stavano più nella pelle: nessuno riusciva a stare fermo sulla propria sedia!

olimpiadi

Si sentiva un piccolo rumore, come un rullo di tamburi, la suspense saliva sempre di più…ed ecco la Prof che si alzava e pronunciava le seguenti parole: “-Il secondo posto, con ventiquattro virgola venticinque punti, se lo aggiudicano gli idraulici, mentre al primo posto si piazzano gli OMU (Operatore alle macchine utensili) con ben ventisei virgola settantacinque punti”.

Dopo quelle parole i vincitori hanno iniziato a saltare in cerchio, l’uno con le braccia sulle spalle dell’altro, gridando in coro la fatidica canzone “Siamo noi, i migliori della scuola siamo noi” e poi “chi non salta non è un CNC eh eh..” Da quel coretto di ragazzi si capiva l’unione di un gruppo che ha lottato dall’inizio alla fine senza mai abbassare lo guardia. Dopo questa indimenticabile giornata, tutti i ragazzi, nessuno escluso, sono in attesa della prossima sfida per rifarsi contro i vincitori che ancora oggi sono visti come i numeri uno!!!

HAVING YOUR SAY

magazine interculturale