sfondo
fondoarticolo

IL MIO VIAGGIO IN INDIA

La testimonianza di Singh

Singh Gurwinder • novembre 2008

Sono partito il 10/10/08 per andare in India a trovare i miei parenti ed a visitare la chiesa più grande dell’India (Golden Temple) e sono ritornato il 5/11/08. Le prime due settimane le ho passate andando a trovare tutti i miei parenti per disimpegnarmi velocemente ed avere più tempo per visitare un po’ di monumenti storici. Il 25/10/08 sono andato a visitare il Golden Temple ed il museo più famoso della regione Punjab. Il viaggio è iniziato alle 6:00 a.m., alle 9:00 a.m. abbiamo raggiunto il Golden Temple: le macchine non potevano circolare attorno alla chiesa per un raggio di 2 chilometri perché ogni giorno, durante tutto l’anno, più di 10.000 persone si recano qui in visita e le strade sono talmente affollate che le macchine non si possono avvicinare. Una volta scesi dalla macchina, si può decidere di procedere a piedi o con delle biciclette chiamate “risciò”, le uniche ad avere l’autorizzazione del governo a circolare. Arrivati al Golden Temple bisogna togliersi le scarpe, lavarsi i piedi e coprirsi la testa. Solo dopo aver svolto queste funzioni si può accedere in chiesa, sempre rispettando tutte le regole che qui sono previste, chiunque è tenuto a farlo: il povero, il ricco e il famoso. Le uniche restrizioni per la persona sono che non deve bere alcol, mangiare carne, fumare sigarette e fare uso di droghe mentre si trova all’interno del santuario.

Chi lo desidera può fare il bagno nell’acqua sacra che circonda la chiesa. Per raggiungere la stanza all’interno del Golden Temple, bisogna mettersi in fila e a volte l’attesa può durare anche un’ora e mezza. Una volta giunti a destinazione bisogna inchinarsi e toccare per 5 volte la terra, per dimostrare che rispetti la tua religione. Passare senza inchinarsi e pregare viene considerata una grave mancanza di rispetto verso il proprio Dio. E’ inoltre vietato scattare foto all’interno dell’edificio.Usciti dopo aver visitato tutta la chiesa alle 14: 00, siamo andati a visitare il museo li vicino, in questa pinacoteca vengono custoditi tutti i quadri rappresentanti le guerre indiane; vi è inoltre una stanza gigantesca dove sono conservati i resti degli utensili usati dalle nostre 11 Divinità (vestiti, strumenti, spade). All’esterno del museo si possono ammirare i resti delle armi usate, nei secoli, dai nostri avi. L’ultima cosa che abbiamo visitato è stato il parco del Punjab che è situato a 500 metri dal Golden Temple, che si chiama Jale Bala Bag, in questo luogo sono esposte le armi usate nei corsi dei secoli per difendere il Golden Temple che, tutto ricoperto d’oro, è da sempre considerato un ghiotto bottino per la maggior parte dei ladri.

india1a

india2a

india3a

HAVING YOUR SAY

magazine interculturale