sfondo
fondoarticolo

HIP - HOP COME AFFERMAZIONE

Corrado ci racconta come riesce a sfogare le sue idee...

Cimpoiescu Cozmin Marian • marzo 2010

Mi chiamo Sossah Corrado sono nato a Lomè (TOGO) e ho 18 anni.

Vivo in Italia, a Sesto al Reghena, da 4 anni. Ho abitato con alcuni amici di mio padre, che chiamo zii, ma sinceramente non sono i miei veri zii. Però adesso non vivo più con loro, perché c'è stato un malinteso tra loro e i miei, quindi me ne sono dovuto andare a vivere da solo, per fare la mia vita.

Frequento la classe terza del Centro Formazione Pordenone.

Sinceramente è dura per me vivere da solo, senza genitori, che sfortunatamente sono separati quindi, a parte la scuola, provo un grande dolore.

Il mio sogno è frequentare un'accademia di ballo e diventare un danzatore esperto, come ho sempre sognato, però, per il momento, ho questa scuola da finire e pure la terza e la quarta da fare, il prossimo anno, all’IPSIA di San Vito, quindi, dopo la scuola, vedrò col ballo.

HipHopEmpoli

Intervista a Corrado Sossah della Terza Operatore Macchina utensili

Come hai imparato a ballare?

Ho imparato a ballare grazie ad un insegnante di ballo privato,che insegna latino americano, hip-hop, break-dance e danza classica.

Hai partecipato a delle gare?

Ho partecipato a una gara nel mese di novembre a Bagnarola classificandomi al 2° posto.

Perchè la scelta del ballo?

Quando avevo 8 anni guardavo alla TV questi ragazzi che univano una serie di passi creando il ballo. I loro salti e le loro capriole hanno fatto crescere in me la voglia di ballare. Subito mi sono iscritto in una scuola di ballo dove andavo ogni pomeriggio. Questo corso è durato 3 anni dopo di che sono arrivato in Italia. Per un anno non ho praticato il ballo a causa della lingua e delle poche conoscenze.

Il secondo anno in Italia sono andato ad un incontro di ballo, dove diverse crew si sfidavano fra di loro. Durante questa esibizione ho conosciuto il mio attuale insegnante di ballo, che fino ad ora m’ ha insegnato la maggior parte di quello che so.

Perché hai ballato a scuola?

Il ballo che abbiamo fatto a scuola è stato per fare una sorpresa ai genitori. Per il momento sto imparando da solo un nuovo stile di ballo chiamato stepping e spero mi riesca bene, perché vorrei inventare uno stile tutto mio.

HAVING YOUR SAY

magazine interculturale